LA MAGLIA

In quest’annata la Lazio cambia il suo stemma sociale e, per la prima volta, l’aquila (ad ali piegate appoggiata ad uno scudo e con un nastro con la scritta “Società Podistica Lazio” nel becco) compare nella storia e nella memorabilia del primo club della Capitale. Le divise utilizzate per gli incontri di prestigio a carattere nazionale, si confermano nelle eleganti camicie in stile “inglese” a quarti bianco e celeste, ammirate al torneo di Pisa della precedente stagione.

1909/10, rappresentati dalla leggendaria maglia a scacchi

La stagione

ll 13 marzo 1910 fu indetta una storica partita tra la Lazio e la Ginnastica Fortitudo, terminata con l’eloquente risultato di 11-0 per i biancocelesti. Tale sfida non venne ricordata solo per il roboante score, ma anche per esser stata la partita d’esordio del primo Campionato Romano organizzato dal Comitato Regionale Laziale sotto l’egida della nuova Federazione che assunse il nome di FIGC nel 1908. Le squadre iscritte erano: Lazio, Roman, Juventus e Ginnastica Fortitudo. La Lazio vinse facilmente il primo torneo ufficiale regionale totalizzando 12 punti in 6 partite. Segnò 31 reti e ne subì appena 2. Il giornale “Foot-ball”, organo ufficiale della FIGC, lo commentò così: «I rosso-blu della Fortitudo resistono sullo 0-0 nei primi venti minuti, nei restanti 25′ del primo tempo subiscono cinque reti. La squadra non è all’altezza della Lazio – Se fosse un po’ più affiatata, i giocatori potrebbero fare qualche cosa di meglio di quel che fecero domenica, che calciarono molto più sulle gambe degli avversari che sulla palla, tanto che parecchi bianco-celesti, chi più chi meno, andarono via con qualche livido e qualcuno zoppicante». La  prima squadra della Capitale vinse inoltre la Coppa Viscogliosi-Baccelli e giunse 2^ in un torneo in Sicilia. La tradizionale Coppa Tosti non ebbe luogo perché la Lazio non trovò squadre avversarie che osarono sfidarla. Il capocannoniere della squadra fu il potente Della Longa.

La Rosa

Portieri: Gaia (II), Levi (I), Patriossi, Zucchi (I). Difensori: Amici, De Censi, De Martinis, L. Di Napoli (II), Federici, Fielding, Gaggiotti, Gaia (I), Gaia (III), Levi (II), Matteucci, Omodei-Zorini, Pellicciari, Petrucci, Reido, Tomassini. Centrocampisti: Alcamer, Angelotti, Baccani, A. Baldacci (I), V. Consiglio (I), D’Amico, Eggemberger, Dos Santos, Faccani, A. Gaia (IV), Giovannini, Grasselli, Mascagni, Matteucci, Molina, Presutti (II), A. Zucchi (II). Attaccanti: Alberti, Ancherani, Ara, Cerchia, M. Consiglio (I), Coraggio, C. Corelli (I), Della Longa, Donzino, Ferrari, Finicchi, Frère, Galluppi, Kremos, Matteucci (II), Perugini, Ricci, Romani, F. Saraceni (I), Schiffer. Allenatore: Baccani.

error: Content is protected !!