LA MAGLIA

La casacca utilizzata dagli atleti biancocelesti nei primi mesi del 1912 si alleggerisce nella composizione tecnica del tessuto (simil cotone). Il colore utilizzato per rappresentare il club nel massimo campionato è a metà tra il celeste e l’azzurro. In quel periodo molte squadre in Italia arricchivano le proprie casacche con un laccio che rendeva regolabile la chiusura dello scollo. Il laccio in cuoio o in cotone, intrecciandosi, lasciava libero l’atleta di chiudere anche parzialmente l’apertura del colletto. Il periodico romano “l’Italia Sportiva”, oltre a narrare tra le sue righe la cronaca dell’incontro Roman-Lazio (0-1), disputatosi a Roma il 7 gennaio 1912, presso il campo dei Due Pini, descriveva una simpatica curiosità:«La squadra della Lazio inaugurava il nuovo costume sociale, serio, elegantissimo, abbandonando le vecchie casacche a quadri bianco-celesti con una maglia celeste carico e cambiando il colore dei calzoncini neri con quelli di color bianco».

1912/13, la Lazio conquista la sua prima finale nazionale

La stagione

La “Federazione Italiana Giuoco Calcio” vara il primo campionato nazionale costituito da tre gironi per l’Italia settentrionale e tre per l’Italia centro-meridionale. A raggiungere la finalissima, dopo aver sbaragliato tutti i suoi avversari, è la Lazio regina incontrastata di Roma e del Centro-Sud. Incontra, nella finalissima nazionale, il Pro Vercelli che domina l’incontro, imponendosi per 6-0 sulla Lazio e conquistando il titolo. Il calcio del Nord è ancora troppo superiore. In questa stagione i biancocelesti si aggiudicano la Coppa Branca (febbraio 1913).

 

La Rosa

Portieri: Forlivesi, Gaslini, G. Levi (I), Rossi. Difensori: Branca, Donati, M. Levi (II), Maranghi, Rizzolini, A. Zoppi (II). Centrocampisti: Alessandri (I), Alessandri (II), Baldacci (I), G. Cattaneo, V. Di Napoli (I), Donati, Faccani, Laviosa, Lucchini, A. Zucchi (II). Attaccanti: Ancherani, Bona, Bonaga, Consiglio, Coraggio, C. Corelli (I), Della Longa, Fioranti (I), Folpini, Grasselli, Lucchetti, Perugini, Raffo, F. Saraceni (I), Zoppi (I). Ruolo sconosciuto: Abbozzo, Maggi, Palmieri, Radicchi. Allenatore: Baccani.

error: Content is protected !!