La Maglia

La “Regione Lazio” partner della Lazio per la finale della Supercoppa Italiana Tim giocata a Pechino. I biancocelesti scendono in campo con il logo della Regione e del Colosseo sormontato dalla scritta in caratteri cinesi, “Roma ti aspetta” per pubblicizzare la città di Roma come meta turistica al pubblico cinese. La Lazio disputa la partita rappresentando se stessa, la sua gloriosa storia, i suoi tifosi, ma anche la “Città Eterna” e con essa la Regione di cui porta orgogliosamente il nome e come disse Luigi Bigiarelli al momento di scegliere il nome del club, “Roma è concretamente compresa, nel Lazio”.

La casacca della Supercoppa Italiana vinta contro l'Inter a Pechino

La Finale

Nel primo tempo forte è stata la partenza dei nerazzurri, ma la prima vera occasione è dei biancocelesti con un sinistro di Zarate. Risposta immediata dell’Inter che sciupa con Muntari un rigore in movimento. Lucio si rende pericoloso con due incursioni aeree da corner e su una Muslera è miracoloso a metterci una pezza deviando sulla traversa. Nella ripresa, gli uomini di Mourinho diventano assoluti padroni del campo e sfiorano la marcatura in almeno quattro occasioni. Come un fulmine a ciel sereno arriva il vantaggio della Lazio con Matuzalem, che prima si vede respingere la conclusione ravvicinata da Julio Cesar ma poi segna grazie ad un rimpallo. Il colpo subìto crea qualche difficoltà all’Inter che incassa il gol del raddoppio con uno splendido pallonetto di Rocchi. Il match si riapre al 32’ quando Eto’o fulmina Muslera dopo che Dabo perde ingenuamente un pallone dal limite dell’area. La Lazio resistendo si aggiudica una straordinaria edizione di Supercoppa Italiana, giocata in quel di Pechino.

Pechino, 8 agosto 2009. Finale Supercoppa Italiana. Stadio “Nido d’Uccello”. Inter-Lazio 1-2

Inter: Julio Cesar, Zanetti, Lucio, Chivu, Maicon, Stankovic (69’ Balotelli), Thiago Motta (69’ Vieira), Cambiasso, Muntari (84’Suazo), Milito, Eto’o. A disposizione: Toldo, Cordoba, Burdisso, Santon. Allenatore: Mourinho.

Lazio: Muslera, Lichtsteiner, Siviglia, Diakite, Kolarov, Brocchi, Baronio (52’Dabo), Matuzalem (81’ Cribari),Mauri, Rocchi (71’ Cruz), Zarate. A disposizione: Bizzarri, Eliseu, Foggia, Radu. Allenatore: Ballardini.

Arbitro: Sig. Morganti.

Marcatori: 62’ Matuzalem, 66’ Rocchi, 77’ Eto’o.

Spettatori: 65.000

error: Content is protected !!