LA MAGLIA

Dal 1908 la Lazio indosserà ininterrottamente la maglia “a scacchi ” bianchi e celesti (o a quarti bianchi celesti) e celesti fino al mese di dicembre 1911. Dal gennaio 1912 scatterà il passaggio alla tinta unita, con un celeste più marcato, tendente all’azzurro.

1908, la leggendaria maglia a scacchi

La stagione

Gli ultimi mesi del 1908 ed i primi del nuovo anno sono caratterizzati dall’assenza di rivali degni di nota, in grado di opporsi sul campo allo strapotere biancoceleste. Virtus e Roman si fanno indietro perché considerano la Lazio troppo competitiva e non sono disposte a duellarci contro. “La Stampa Sportiva” del 21 febbraio 1909 racconta: “Domenica scorsa, a Roma, si è svolto un match interessante per la Coppa Tosti detenuta, come è noto, sin dalla sua fondazione dalla Società Lazio. A tentarne la conquista è scesa in campo la prima squadra della Robur in fide. I rosso neri, opportunamente rinforzati con varii buoni elementi svizzeri e tedeschi, e incoraggiati per il fatto che i campioni romani non erano al completo, hanno giocato con vero accanimento, sperando di vincere. Ma la squadra della Lazio ha saputo opporre un’assai forte difesa. La partita si è chiusa con 2 goals a zero, e la Coppa Tosti resta ancora alla Lazio”. Anche la Coppa Viscogliosi-Baccelli è nuovamente alzata al cielo dal primo club della Capitale, tuttavia a livello nazionale il divario con le squadre del Nord è ancora ampio. Infatti, in occasione di un torneo organizzato dall’Istituto di Educazione Fisica, sono invitate a Roma, lo Spezia e l’Andrea Doria. Entrambe le compagini liguri sconfiggeranno i biancocelesti (2-1 e 2-0). Intanto nella Capitale cresce l’attesa per l’istituzione del primo “Campionato Romano di III categoria” programmato nel 1910 dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) che inaugura il suo Comitato a Roma.

La Rosa

Portieri: Gaia (II), Levi (I), Patriossi, Zucchi (I). Difensori: Amici, De Censi, De Martinis, L. Di Napoli (II), Federici, Fielding, Gaggiotti, Gaia (I), Gaia (III), Levi (II), Matteucci, Omodei-Zorini, Pellicciari, Petrucci, Reido, Tomassini. Centrocampisti: Alcamer, Angelotti, Baccani, A. Baldacci (I), V. Consiglio (I), D’Amico, Eggemberger, Dos Santos, Faccani, A. Gaia (IV), Giovannini, Grasselli, Mascagni, Matteucci, Molina, Presutti (II), A. Zucchi (II). Attaccanti: Alberti, Ancherani, Ara, Cerchia, M. Consiglio (I), Coraggio, C. Corelli (I), Della Longa, Donzino, Ferrari, Finicchi, Frère, Galluppi, Kremos, Matteucci (II), Perugini, Ricci, Romani, F. Saraceni (I), Schiffer. Allenatore: Baccani.

 

 

error: Content is protected !!