LA MAGLIA

La casacca utilizzata dalla Lazio in questa stagione presenta alcune differenze rispetto a quella utilizzata nel precedente campionato. Il colore è molto più chiaro e si avvicina al celeste pastello. Inoltre, il bellissimo stemma con il monogramma “SPL” non viene riproposto sulle divise.

1921/22, Bernardini si trasforma da portiere ad attaccante

La stagione

La Lazio perde il proprio portiere ma acquista un giocatore in più che, per classe e intelligenza, approderà presto in Nazionale, rappresentando il primo romano della storia a vestire la maglia azzurra. Il giocatore in questione è Fulvio Bernardini che, iniziando la sua carriera come portiere, dopo un piccolo infortunio, cede alle richieste della famiglia e si allontana dai pali della porta, conquistando ed illuminando l’attacco biancoceleste, con la compiacenza dell’allenatore Guido Baccani. La Lazio aderisce, in questa stagione deludente, alla Confederazione Calcistica Italiana, nata da una scissione con la Figc (scissione che rientrerà l’anno seguente).

La Rosa

Portieri: V. Bernardini (I), Fiammazzo, Salineri. Difensori: E. Cella (II), Dosio, Michela-Zucco, Parboni, F. Saraceni (I), L. Saraceni (II). Centrocampisti: A. Baldacci (I), Baldacci (II), A. Cella (I), Faccani, Giubertoni, Maneschi, S. Orazi (I), V. Orazi (II), Zanetta. Attaccanti: F. Bernardini, C. Corelli (I), Filippi, Fioranti (I), Fraschetti, Furia, Maranghi, Ottier, Sacchi, Senesi, Varini. Allenatore: Baccani.

error: Content is protected !!