LA MAGLIA

La casacca adottata in questa stagione si presenta in lana e più pesante rispetto a quella del campionato precedente. Il colore celeste utilizzato torna a scurirsi. Un classico collo a “V” ed i polsini di colore bianco.

 

1940/41, il leggendario portiere Gradella si ritira

La stagione

La società si appresta a festeggiare il quarantennale della sua fondazione. In campionato i biancocelesti si salveranno per un migliore quoziente reti. Domenica 16 marzo 1941, Lazio-Roma 2-0, Silvio Piola diventa leggendario. Infatti, quel derby sarà ricordato proprio per lui, non solo per i due gol messi a segno quanto per un infortunio al capo e il parere del medico di uscire dalla contesa. Il centravanti, in un periodo in cui ancora non esistevano le sostituzioni, decide di proseguire e non lasciare i propri compagni in dieci. Segna di testa e poi in contropiede, dopo una lunga corsa.

La Rosa

Portieri: Giovannini, Giubilo, Gradella, Mazzon. Difensori: Brondi, Di Santo, Faotto, Ferrarese, Ferri, Magrelli, Minnetti, A. Monza (II), Romagnoli (II), Scaramuzza, Valenti. Centrocampisti: Baldo, Dagianti, Fazio, Flamini, Gualtieri, Morgia, Palma, S. Pisa (I), Ramella, Sforza. Attaccanti: Barrera, Boriçi, Carassai, Chiaretti, D’Orazi, Lombardini, G. Mancini (I), Mancini (II), A. Mozzetta (I), Piola, A. Pisa (II), Puccinelli, Rossano, Sforza, Vettraino, O. Zironi (I). Allenatori: Kertesz, Molnar, Canestri.

error: Content is protected !!