LA MAGLIA

Per la stagione della riscossa, viene riproposta la maglia di stampo tradizionale a girocollo bianco e dal perfetto punto di celeste definito ”celeste cielo”. La vestibilità della casacca è di tipo aderente.

 

1962/63, con Lorenzo si torna in Serie A

La stagione

Arriva in corsa il tecnico Juan Carlos Lorenzo e si torna a sognare la Serie A. La Lazio per risalire nella massima serie si affida al tecnico argentino, famoso per i vezzi scaramantici che lo spingono a veri e propri eccessi comportamentali. Ma possiede anche doti strategiche non comuni. Il tecnico, in modo particolare, si era costruito una solida fama nel corso della sua permanenza sulla panchina della nazionale argentina attraverso un gioco molto fisico ed aggressivo. Grande motivatore, dimostra subito di avere le carte in regola per suonare la sveglia ad un ambiente che sembra farsi scudo della crisi societaria. Sotto la sua gestione la squadra riesce a mantenersi nel gruppo delle aspiranti alla promozione, fino a centrarla il 16 giugno 1963 nella partita contro la Pro Patria, vinta nella cornice festante dell’Olimpico, preso d’assalto da oltre 60.000 spettatori.

La Rosa

Portieri: Carrus, Cei, Rossi. Difensori: Eufemi, Galvanin, Garbuglia, Gasperi, Napoleoni, Pagni, Pavone, Seghedoni , Zanetti. Centrocampisti: G. Calleri, Bizzarri, Carosi, Florio, Governato, Landoni, Moschino, Piqué, Rodaro. Attaccanti: Bernasconi, Cecchi, Graziani, Longoni, Maraschi, Morrone, Pinti, Rozzoni. Allenatori: Facchini, (poi subentrato) Lorenzo.

error: Content is protected !!