LA MAGLIA

Ultima stagione della Umbro come sponsor tecnico. L’azienda inglese si congeda con il primo club della Capitale realizzando la maglia che riporta a Roma un trofeo ufficiale: la Coppa Italia. La stessa casacca è presente anche nella finale di Coppa Uefa disputata a Parigi, contro l’Inter. La maglia, molto bella e curata nei dettagli, presenta un celeste tenue e dei richiami all’emblema ufficiale del club all’interno della trama del tessuto. Il colletto e i polsini sono bordati di blu, con una sottile righina bianca all’interno.

 

La prima maglia della stagione

Le maglie indossate dai giocatori biancocelesti presentano le personalizzazioni in materiale di tipo vellutino denominato "flock" (materiale termosaldabile) come quelle della stagione precedente. Viene utilizzato un solo tipo di font per i nomi (arcato). Per quanto riguarda il font dei numeri, questi nel disegno si presentano più tondeggianti rispetto a quelli utilizzati della stagione precedente. I numeri di questa stagione non presentano più la scritta Umbro posizionata in diagonale, ma inserita nella parte inferiore del numero. Per la Coppa Uefa, i numeri non supportano alcuna scritta o logo.

La seconda maglia della stagione

La Umbro per la stagione 1997/98 riconferma lo stesso modello di maglia utilizzata nella stagione precedente come divisa da trasferta. Nella seconda maglia gialla e nella terza blu, la scritta S.S. Lazio risulta ricamata nella trama del tessuto, mentre in quelle da negozio e' stampata.

La terza maglia della stagione

Anche per questa stagione viene riproposta la terza maglia blu, soprannominata “Nuvola”, per via del motivo grafico posto all’altezza del petto che ricorda che un banco di nuvole. La casacca conserva lo stesso kit di personalizzazione della stagione precedente, con la scritta Umbro in diagonale ed il disegno più squadrato.

La stagione

La nuova stagione vede il ritorno di Alen Boksic dalla Juventus insieme agli acquisti di Vladimir Jugovic, Roberto Mancini, Mathias Almeyda. Zoff torna presidente e lascia il posto ad Eriksson in panchina. Primo tra tutti in Italia, Cragnotti quota la società in Borsa ed arriva anche un trofeo: la seconda Coppa Italia della storia, vinta all’Olimpico, in rimonta sul Milan, per 3-1. La Lazio raggiunge anche la finale di Coppa Uefa. A Parigi sono trentamila i tifosi che sognano il primo trofeo internazionale, ma la Lazio è stanca e perde nettamente contro l’Inter. Marchegiani stabilisce un record in questa stagione: sarà il portiere con la striscia di imbattibilità più lunga (744 minuti), nella storia della Lazio.

La Rosa

Portieri: Ballotta, Marchegiani, Orsi. Difensori: Chamot, Domizzi, Favalli, Gottardi, Grandoni, G. Lopez, Negro, Nesta, Okon, Pancaro. Centrocampisti: Almeyda, Fuser, Jugovic, Laurentini, Marcolin, Nedved, Venturin. Attaccanti: Boksic, Buso, Casiraghi, R. Mancini, Rambaudi, Signori. Allenatore: Eriksson.

error: Content is protected !!