LA MAGLIA

Da questo campionato cambia lo sponsor tecnico: dopo quasi quindici anni, la Puma consegna il testimone alla Macron, realtà emergente italiana. L’azienda bolognese si mette immediatamente a disposizione del club e soprattutto dei tifosi, ascoltando richieste e suggerimenti che provengono dalla Capitale. Per la “prima maglia”, viene richiesto di mantenere lo stesso  punto di celeste utilizzato dalla Puma nella precedente stagione, che tanto era piaciuto ai tifosi. La nuova casacca presenta un colletto “a polo” bianco in maglieria, decorato da una doppia riga celeste. All’interno del colletto c’è una novità che piace tanto ai tifosi biancocelesti: per la prima volta nella storia della Lazio, l’etichetta con la taglia è impreziosita dalla scritta “La prima squadra della capitale“, a rimarcare la data di fondazione.

 

La prima maglia utilizzata anche in Coppa Italia, nella gara Lazio-Catania 3-0

La seconda maglia della stagione

La seconda maglia di colore nero, esalta una fascia orizzontale celeste. Celesti sono i polsini, colletto (insieme al bianco) ed i numeri. Anche nella versione nera riscontriamo una connotazione vintage con la maglia della Lazio che vinse il secondo scudetto alla fine degli Anni ’90. Anche qui ritroviamo i dettagli della home: vestibilità aderente, etichetta interna con la frase “La prima squadra della capitale”, inserti in mesh per migliorare la traspirazione.

La terza maglia stile Anni'60

Ispirazione fine Anni ’60 anche per la terza maglia, bianca con girocollo celeste. La maglia semplice ed elegante venne utilizzata nella stagione 1969/70. (Nelle grafiche la maglia preparata di Kozak).

La stagione

Il 26 maggio 2013, la Lazio conquistava la sua sesta Coppa Italia battendo in un derby storico i rivali cittadini della Roma per 1-0. Il trionfo biancoceleste vale molto di piu’ del trofeo in palio: in termini di supremazia cittadina è una vittoria solenne, che rimarrà irripetibile. Uomo partita è Senad Lulic che, al settantunesimo, sfruttava alla perfezione un assist di Candreva beffando il portiere romanista Lobont. Grazie alla vittoria in Coppa Italia la Lazio si qualificava direttamente alla fase a gironi dell’Europa League, edizione 2013/14, conquistando anche la partecipazione alla finale di Supercoppa Italiana contro la Juventus.

 

La Rosa

Portieri: Bizzarri, Carrizo, Marchetti. Difensori: Biava, Cavanda, Ciani, Diakite, Dias, Konko, Pereirinha, Radu, Scaloni, Stankevicius, Zauri. Centrocampisti: Brocchi, Cana, Candreva, Crecco, Ederson, A. Gonzalez, Hernanes, Ledesma, Lulic, Mauri, Onazi. Attaccanti: Alfaro, Floccari, Klose, Kozak, Rocchi, Rozzi, Saha, Zarate, Allenatore: Petković.

error: Content is protected !!